Caregiver familiare: bonus, agevolazioni e contributi economici - Lab Care

Caregiver familiare: bonus, agevolazioni e contributi economici

//
Home » Blog » Professioni Sanitarie » Caregiver familiare: bonus, agevolazioni e contributi economici

Chi è il Caregiver? Di cosa si occupa?

Il Caregiver è un familiare di una persona non autosufficiente che le presta assistenza gratuita, quotidiana e continuativa. Di solito questo ruolo è ricoperto da un genitore, un figlio o un parente di una persona non autosufficiente. Non può essere definita Caregiver una badante o un’assistente domiciliare/familiare, perché ricevendo una retribuzione per la mansione che svolge, rappresenta un rapporto di lavoro. Il tipo di assistenza che fornisce, di solito, è totale: assistenza di base, igiene, aiuto nei pasti, sorveglianza, vestizione, assistenza indiretta per procedure amministrative.

Requisiti per essere riconosciuti

Per ottenere il riconoscimento di Caregiver è necessario che l’assistenza venga prestata in maniera gratuita, continuativa e H24, inoltre l’assistito deve avere il riconoscimento di handicap grave ai sensi della Legge 104.

Fare domanda per essere riconosciuti come Caregiver

Il DDL 1461 “Disposizioni per il riconoscimento ed il sostegno del Caregiver familiare” che avrebbe predisposto maggiore tutela per i Caregiver, il riconoscimento della qualifica, la tutela previdenziale e la nomina a Caregiver, è ad oggi bloccato in Senato. Per questo motivo non esiste ancora un “atto di nomina ufficiale” a Caregiver.

Bonus, contributi, agevolazioni e pensione anticipata

Contributi economici nella Regione Lazio

Le agevolazioni della Regione Lazio per Caregiver, persone invalide e/o non autosufficienti sono divise principalmente nei seguenti sussidi:

  • Contributo Caregiver: assegno mensile da 700 euro che viene corrisposto direttamente al Caregiver
  • Assegno di Cura: assegno mensile da 800 euro per l’assistenza domiciliare, da utilizzare esclusivamente per il pagamento di una Badante regolare con contratto di lavoro o per il pagamento di un’azienda o cooperativa che fornisca assistenza domiciliare
  • Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD): per persone con ISEE inferiore a 8.300 euro è possibile richiedere l’assistenza di base presso il proprio Comune o Municipio di Residenza

Permessi Legge 104 per Caregiver

Per quanto riguarda i permessi con legge 104, si ha diritto a 3 giorni mensili retribuiti (anche frazionabili in ore) per ogni disabile grave a cui si presta assistenza.

Si ha diritto anche alle seguenti agevolazioni:

  • per la Legge 162 si ha opportunità di richiedere assistenza domiciliare ad una cooperativa o altro ente, che verrà finanziata dal proprio comune di residenza
  • sempre per Legge 162, si può assumere una badante in alternativa all’assistenza domiciliare
  • congedo straordinario retribuito di 2 anni
  • agevolazioni fiscali per spese mediche e di assistenza specifica
  • APE Sociale (approfondisci in fondo all’articolo)
  • diritto di scelta della sede lavorativa più vicina al proprio domicilio
  • impossibilità di trasferimento in altra sede senza il consenso
  • possibilità di rifiutare un trasferimento lavorativo
  • diritto di astensione facoltativa dal lavoro fino a 3 anni (per genitori di un minore portatore di handicap grave)
  • in alternativa al diritto di astensione dal lavoro, si può scegliere di convertirlo in 2 ore di permesso giornaliero retribuito

Come richiedere i bonus Caregiver?

È necessario fare domanda ai Servizi Sociali del proprio Comune di Residenza (o Municipio), di seguito il link per i recapiti dei Comuni di Roma e Latina:

Servizi Sociali Comune di Latina

Servizi Sociali Comune di Roma

Fondo Caregiver

Il Fondo Caregiver (Legge 178/2020, art. 1 c. 334) o “Fondo per il sostegno del ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare”, è un fondo di sostegno per l’attuazione di misure legislative a supporto delle figura del Caregiver, come riportato dalla Gazzetta Ufficiale: “Il fondo è destinato alla copertura finanziaria di interventi legislativi finalizzati al riconoscimento del valore sociale ed economico dell’attività di cura non professionale del caregiver familiare.”

APE sociale per i Caregiver

L’APe sociale è un’indennità a cui possono accedere anche i Caregiver, che permette di ricevere 12 mensilità ogni anno, fino al raggiungimento della pensione di vecchiaia.

Le categorie che hanno diritto a ricevere l’APe sociale sono le seguenti:

  • Caregiver di persone disabili con Legge 104
  • Disoccupati da almeno da 3 mesi che non percepiscono NASpI
  • Lavoratori disabili con una riduzione della capacità lavorativa almeno del 74%
  • lavoratori dipendenti con lavoratori usuranti con almeno 36 anni di contributi

I requisiti che deve possedere il Caregiver per accedervi sono:

  • Essere Caregiver da almeno 6 mesi
  • Aver versato 30 anni di contributi
  • Assistere un coniuge o parente di primo grado convivente con handicap riconosciuto in base alla Legge 104, oppure un parente o affine di secondo grado convivente qualora i genitori o il coniuge della persona con handicap in situazione di gravità abbiano compiuto i 70 anni di età oppure siano anch’essi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti.
Condividi:

Lascia un commento