Operatore Socio Assistenziale: di cosa si occupa l'OSA? | Lab Care

Orario : Dal Lunedi al Venerdi - 9:00-13:00 - 14:00-17:30
  Contattaci : 06 4872307

Qual è il ruolo dell'Operatore Socio Assistenziale?

Operatore Socio Assistenziale: di cosa si occupa l’OSA?

Seguici sui Social:
0
fb-share-icon0
17
fb-share-icon20

L’Operatore Socio Assistenziale (OSA) è una figura sanitaria riconosciuta, formata e preparata ad assistere direttamente le persone nello svolgimento delle attività quotidiane, aiutare nel mantenimento e recupero dell’autonomia, offrire supporto per il benessere psicofisico dell’assistito, ridurre ed evitare l’isolamento e l’emarginazione sociale.

OSA: Come diventare Operatore Socio Assistenziale

Corso per Operatore Socio Assistenziale

Per diventare OSA è necessario frequentare il corso di formazione, della durata di più di 900 ore totali, e svolgere il tirocinio presso una struttura accreditata. Il corso in totale si svolge su un tempo di 9-10 mesi circa. Al termine viene conseguita la qualifica di OSA e si può lavorare sia all’interno di strutture che in assistenza domiciliare.

Requisiti

Bisogna aver conseguito il diploma di scuola media inferiore ed aver compiuto 18 anni.

Competenze

Le competenze di un Operatore Socio Assistenziale sono orientate alla socialità, l’assistenza e al benessere delle persone.

Attraverso il corso ed il tirocinio si sviluppano le competenze e conoscenze principali per iniziare questo lavoro:

– capacità di ascolto e comprensione di problemi, disagi e disturbi del paziente
– sensibilità psico-sociale e relazionale
– abilità nel pronto intervento
– i diritti degli assistiti
– formazione all’assistenza di base della persona
– attività domestiche
– aiuto nell’igiene
– aiuto nelle attività quotidiane, nella somministrazione dei pasti
– capacità di lavorare in team con altre figure sanitarie
– conoscenza base di legislazione e burocrazia in ambito sanitario
– competenze sociali e relazionali volte al benessere dell’individuo
– informatica base
– conoscenza dell’inglese base

Sbocchi occupazionali

Con la qualifica di OSA si può lavorare all’interno di strutture di degenza, residenze sanitarie assistenziali (RSA), case di riposo, centri per anziani, centri di recupero per tossicodipendenti, assistenza domiciliare cooperative o enti socio assistenziali.

Mansioni dell’Operatore Socio Assistenziale

Cosa fa l’Operatore Socio Assistenziale?

Il compito principale dell’OSA è di seguire l’assistito durante le sue attività, garantire la sicurezza ed il suo benessere, promuovere e facilitare il miglioramento delle condizioni di vita e aiutarlo nella socialità e nel benessere quotidiano.

Alcune delle sue mansioni sono:
– aiutarlo nelle attività quotidiane (igiene, nutrizione, movimento, faccende domestiche)
– dargli assistenza per le attività che svolge
– osservarlo e capire eventuali bisogni e difficoltà
– fargli svolgere attività sociali e ricreative se possibile
– cooperare con altre figure se c’è un team medico-sanitario

Stipendio dell’Operatore Socio Assistenziale

Quanto guadagna un OSA?

Lo stipendio medio in Italia di un Operatore Socio Assistenziale è di 1050 euro al mese (fonte jobbydoo.it), con uno stipendio minimo di 680 euro e uno massimo che può superare i 1400 euro al mese.

Operatore Socio Assistenziale per l’infanzia

L’OSA per l’infanzia si occupa di assistenza e supporto a bambini e adolescenti che spesso vivono in situazioni familiari difficili, ma non solo. Infatti un OSA per l’infanzia può semplicemente collaborare con una famiglia che ha bisogno di aiuto con i figli.

Questa figura integra la preparazione e le abilità dell’OSA di base con altre mansioni, come:

– parlare e relazionarsi con i ragazzi per fornirgli supporto e scovare problematiche o disagi
– relazionarsi con la famiglia e sostenerla nella gestione dei figli
– sostenere bambini e famiglie nei programmi di adozione
– sensibilizzare riguardo gli abusi di sostanze, gli abusi fisici e/o familiari
– fornire supporto negli interventi di inserimento nelle comunità o nelle strutture residenziali

Differenze tra OSA e OSS

Le differenze principali tra l’Operatore Socio Sanitario (OSS) e l’Operatore Socio Assistenziale (OSA) sono che l’OSS ha una formazione e preparazione di carattere filo-infermieristico, che gli permette di lavorare anche come assistente del personale infermieristico in sala operatoria, come OSS nel pronto soccorso, nelle case di cura e RSA. Il corso da OSS è più lungo (circa 1000-1200 ore) e fornisce delle conoscenze affini ma diverse.

Crediti

Icona creata da Freepik

Seguici sui Social:
0
fb-share-icon0
17
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace il nostro blog? Aiutaci a crescere :)