Report Vaccinazioni COVID in tempo reale | Lab Care Coop.

Report in tempo reale delle vaccinazioni effettuate in Italia e ultime notizie su Covid-19

//
Home » Blog » Notizie importanti » Report in tempo reale delle vaccinazioni effettuate in Italia e ultime notizie su Covid-19

Il 27 Dicembre è stato il Vaccine Day europeo, il giorno in cui sono state consegnate le dosi di vaccino a tutti i paesi dell’Unione Europea e hanno avuto inizio le somministrazioni. L’Italia ha ricevuto 9.750 dosi il primo giorno, per poi procedere al ritmo di 470.000 dosi consegnate a settimana.

Al 29 Aprile 2021, ore 06:11 sono state somministrate 18.886.925 di dosi, mentre 5.568.648 di persone hanno ricevuto anche la seconda dose, le categorie sono suddivise in questo modo:

Come vanno le vaccinazioni anti Covid in Italia

Qui si può consultare la dashboard sul Report Vaccini Anti COVID-19 creata da Ministero della Salute, Commissario Straordinario Covid-19 e Presidenza del Consiglio dei Ministri, aggiornata in tempo reale giorno per giorno.

Come vanno le vaccinazioni nel resto del mondo

Alcuni aggiornamenti e ultime notizie sul COVID-19

  • Il 14 Maggio si decide sul coprifuoco (corriere.it)
    • “Almeno due monitoraggi con la curva epidemiologica in discesa e il terzo che conferma l’abbassamento dell’indice di contagiosità. È questa la condizione per allungare almeno alle 23 l’orario del coprifuoco, il compromesso raggiunto dalla maggioranza di governo per modificare il decreto entrato in vigore il 26 aprile.”
  • Il senso di immobilità e di mancanza di stimoli che ha caratterizzato la vita di molti durante la pandemia (ilpost.it)
    • “Un recente articolo del New York Times ha attirato l’attenzione intorno a una condizione di vuotezza, immobilità e perdita di interesse – definita in psicologia languishing (“illanguidimento”) – apparentemente molto diffusa e comune tra le persone durante la pandemia. Non ricade nella definizione di depressione, né di burn-out – la sindrome da stress lavorativo ed esaurimento emotivo frequente nelle professioni a elevato coinvolgimento relazionale – né di disturbo da stress post-traumatico (PTSD), sebbene alcuni studi non escludano la possibilità che l’illanguidimento possa rappresentare un fattore di rischio per lo sviluppo di questi o di altri disturbi psichici.”

Crediti: Foto di copertina di Markus Spiske su Unsplash.com

Condividi:

Lascia un commento