Perché sta tornando il Morbillo? | Lab Care

Orario : Dal Lunedi al Venerdi - 9:00-13:00 - 14:00-17:30
  Contattaci : 06 4872307

Il Morbillo

Perché sta tornando il Morbillo?

700 casi di Morbillo nel 2017

Il 230% in più dello stesso periodo dello scorso anno

Nel nuovo anno si è registrato un forte aumento dei casi di Morbillo in Italia, principalmente in quattro regioni: Piemonte, Lazio, Lombardia e Toscana, il rapporto si riferisce allo stesso periodo del 2016, che ne ha fatti registrare 220.

Quali sono le cause dell’aumento dei contagi

Questa forte crescita è dovuta principalmente dal calo delle vaccinazioni, come ampiamente previsto dai medici, ne abbiamo anche parlato in un articolo. I numeri sono alti, ben 700 casi nei primi mesi del 2017 raggiungono quasi il totale di contagi dello scorso anno, che ha registrato 800 casi.

Il Caso Wakefield

Come nasce la storia dei vaccini e dell’autismo?

Nel 1998 nel Regno Unito, un medico di nome Andrew Wakefield pubblicò su The Lancet, una delle più importanti riviste mediche al mondo, uno studio in cui parlava di 12 bambini che in seguito al vaccino MPR svilupparono vari tipi di disturbi. La ricerca, sottoscritta da altri 12 ricercatori, riferiva ad una sindrome definita da Wakefield “enterocolite autistica“, e accostava i problemi intestinali specifici di questo disturbo con l’autismo, non mettendo chiaramente in correlazione il Vaccino MPR con l’autismo. In ogni caso, la sindrome fu rivelata inesistente, e la ricerca non valida.

I media del posto diedero molto spazio a Wakefield e a tutta la vicenda, che si diffuse un po’ meno all’estero, ma che in terra britannica scoppiò in un vero e proprio caso mediatico. Negli anni successivi le più importanti organizzazioni sanitarie effettuarono degli studi che dimostrarono, con studi reali e su larga scala, l’assenza di una correlazione tra vaccino MPR e autismo.

La smentita e la radiazione di Wakefield

Nel Febbraio del 2004 The Sunday Times pubblicò un’inchiesta su Wakefield ed un suo presunto conflitto di interessi, in cui si dichiarava che il medico avesse ricevuto una somma di 55mila sterline da alcune persone per la ricerca di prove sui presunti danni del vaccino MPR, da utilizzare a loro favore in alcune cause legali in corso.

Troppi genitori rifiutano di vaccinare i loro figli, mettendoli a serio rischio

Purtroppo il Vaccino MPR è un vaccino consigliato, non obbligatorio, e spesso i genitori decidono di non ascoltare il consiglio del medico e non vaccinano i propri figli, mettendo a rischio anche i figli degli altri, e gli adulti stessi. La soglia di copertura per l’immunità di gregge è del 95% di popolazione vaccinata, soglia che il nostro paese non raggiunge perché nel 2015 la copertura vaccinale contro il morbillo nei bambini sotto i 24 mesi è stata solo dell’85,3%, molto lontana dal 95% necessario per arrestare la circolazione del virus nella popolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *