Le proteine in polvere fanno male alla salute? | Lab Care

Orario : Dal Lunedi al Venerdi - 9:00-13:00 - 14:00-17:30
  Contattaci : 06 4872307

Le proteine in polvere fanno male alla salute

Le proteine in polvere fanno male alla salute?

Seguici sui Social:
0

Cosa sono le proteine in polvere?

Le proteine in polvere (contenute negli integratori proteici) sono grandi biomolecole, costituite da una o più catene di aminoacidi, che svolgono molteplici ruoli importanti all’interno dell’organismo degli esseri viventi, dalla crescita dei capelli fino al funzionamento degli ormoni.

Le proteine in polvere sono niente meno che degli integratori alimentari; hanno un’elevata concentrazione di proteine, una bassa o assente percentuale di grasso, e una quantità variabile di carboidrati, per permettere al corpo di assimilare le proteine stesse.

Quali sono i tipi di proteine?

Vengono utilizzati principalmente quattro tipi di proteine, classificati in base alla loro estrazione:

  • Proteine del siero del latte
  • Proteine della caseina
  • Proteine del bianco d’uovo
  • Proteine di soia

differiscono tra di loro per la spinta anabolica, e la velocità di assorbimento dell’organismo.

A prescindere dalla derivazione, le proteine sono necessarie per la salute e lo sviluppo dei muscoli, in particolare di chi pratica attività fisica.
Per una persona che pratica attività fisica ad alta intensità, gli integratori in polvere possono essere un aiuto per il corpo, favorendo il recupero dei muscoli e la costruzione delle fibre muscolari.

Non abusate di integratori proteici

Diete iperproteiche e integratori proteici richiedono grandi quantità di liquidi per essere smaltite

Diversamente dal pensiero collettivo, il nostro organismo durante la strutturazione quotidiana dei muscoli utilizza una piccola quantità di proteine, di conseguenza assumendo una dose più alta di quella richiesta si otterrà un accumulo di grasso ed un affaticamento dei reni, che può trasformarsi in un’infiammazione epatica, causata dallo sforzo dell’urea nello smaltimento delle proteine. Infatti, il fegato è in grado di metabolizzare solo un certo quantitativo di proteine per pasto: chi segue una dieta iperproteica ed assume contemporaneamente integratori proteici spinge il fegato a lavorare di più e quindi ad infiammarsi; inoltre, tra i disturbi, ricorrono spesso diarrea e crampi addominali dovuti all’eccessiva disidratazione del corpo; questi problemi sono provocati dal metabolismo proteico, che necessita di una quantità doppia di liquidi rispetto a grassi e carboidrati; è importante quindi bere grandi quantità di acqua se si segue una dieta iperproteica o si utilizza un integratore proteico.

Come evitare l’abuso di integratori

Consumare proteine in polvere o seguire diete iperproteiche, nel caso di soggetti adulti, sani e attivi fisicamente non causa nessun problema ai reni o al fegato se si seguono le indicazioni del medico, e cioè non si supera l’assunzione di 1–2 gr di proteine per kilogrammo di peso al giorno; tuttavia bisogna prestare attenzione nell’abbinare gli integratori alla quantità effettiva di proteine che già si assumono con la dieta, onde evitare il superamento della soglia di sicurezza.

Se invece ad assumere gli integratori è un soggetto affetto da patologie al fegato e/o ai reni, o da altre patologie, è bene valutare molto attentamente il parere di un medico, onde evitare gravi conseguenze per la salute.

Ma allora gli integratori proteici fanno male o no?

A questo punto riteniamo di avere elementi necessari per arrivare alla conclusione che assumere integratori proteici, in un soggetto sano e attivo fisicamente, non fa male nelle dosi prescritte, senza però negare che un’alimentazione sana e corretta non necessità di un’integrazione proteica neanche in soggetti molto attivi fisicamente.

Seguici sui Social:
0
2 Comments
  1. Rispondi
    Massimo Durazzo

    Come poter scegliere le proteine idonee per persona anziana ma sportiva per accrescimento muscolare arti inferiori con deficienze sistema nervoso per operazione canale midollare. Gambe deboli pur attivando con ginnastica varia

  2. Rispondi
    Alessio Olimpio

    È necessario rivolgersi ad un nutrizionista, le diete fai da te sono sconsigliate e spesso comportano più disagi che benefici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace il nostro blog? Aiutaci a crescere :)